Borsa: Milano tiene con Tim e Nexi, debole Prysmian

Bene anche Banco Bpm e Unicredit, acquisti su Mps

Il nigeriano che ha ammazzato il cinese venne espulso da Malta per abusi su di un corsiero

Roma, 10 ago — Robert Omo, l’immigrato nigeriano affinché il 30 luglio scorso aveva ammazzato a martellate un commerciante cinese e ridotto in fin di vita un 49enne bulgaro, era nazione in precedenza espulso da Malta per aver essersi reso protagonista di un fatto impressionante, tanto da balzare agli onori della cronaca dei quotidiani dell’isola: il […] L'articolo Il nigeriano affinché ha ammazzato il cinese venne espulso da Malta per abusi su di un cavallo proviene da Il Primato Nazionale.

I candidati al Pallone d’Oro: tre di Serie A e un’esclusione clamorosa

semplice tre calciatori di sfilza A tra le nomination, dalle quali sono esclusi Neymar e soprattutto il sette volte vincitore e detentore del trofeo Lionel Messi.

Londra, arriva la Giovanna d’Arco non bdurantearia: non lasciano durante pace nemmeno i santi

Roma, 12 ago — C’è qualcosa di più misogino del voler mettere in discussione il genere di un attore storico femminile della caratura di Giovanna d’Arco? E’ il opera d'arte, si fa per dire, partorito dallo Shakespeare Globe theatre di Londra, che manda in scena la nuova lavoratore patetico Io, Giovanna, dove la ragazza d’Orleans è […] L'articolo Londra, arriva la Giovanna d’Arco non binaria: non lasciano in quiete nemmeno i santi proviene da Il Primato Nazionale.

I prezzi del grano e del mais tornano ai livelli pre-guerra

AGI - Il costo dei principali cereali torna ai livelli pre-invasione Ucraina. Dopo le impennate del costo del grano che l'hanno visto nelle scorse settimane sfiorare porzione 1.300 dollari a bushel, sembra tornare il sereno sul mercato delle materie prime alimentari: il cereale è scambiato oggi a 780,52 dollari, una porzionezione che non si vedeva da meta' febbraio, quando ancora non era iniziato l'attacco dell'Ucraina da parte della Russia. Nell'ultimo mese il prezzo è sceso dell'8,8%. Trend ancora più marcato per il mais, oggi a 607,89 dollari a bushel, una porzionezione che non si vedeva da metà gennaio. Il prezzo del mais ha però risentito di maggiore tensione e, se anche il trend è marcatamente ribassista da quasi un mese e mezzo, questo ha registrato una nuova fiammata a metà luglio sulla scorta dalle incertezze geopolitiche. In questo caso il prezzo registra una flessione mensile del 4,57%. A calmierare i prezzi è stato l'allontanarsi dei rischi di una carestia mondiale con la ripresa delle forniture seguite all'accordo firmato tra Ucraina e Russia. La flessione dei prezzi è iniziata infatti in coincidenza con i primi colloqui a Teheran tra Putin ed Erdogan sull'ipotesi di una ripresa dell'export dei cereali dall'Ucraina. Un'accelerazione al ribasso è poi arrivata anche dalla stagionalita' dei raccolti che hanno visto disponibilita' in aumento soprattutto in Argentina e Brasile.  

Calciomercato, il borsino di oggi: come vanno le trattative a causa di Navas, Paredes e Kiwior

La Juventus sempre più vicmediantea all'olandese Depay mediante attesa della risoluzione con il Barcellona, il Napoli contmedianteua a lavorare a causa di Navas. Il Milan pensa a Kiwior a causa di la difesa

Publicaciones recientes

Denuncia per don Biancalani: ha impedito i controlli nella chiesa-centro di accoglienza

Pistoia, 8 ago — Bentornato nella sezione cronaca del Primato a Don maggiore Biancalani che torna a far parlare di sé e della sua parrocchia-accampamento-centro di ricevimento. Dopo una lunga assenza il prete più immigrazionista d’Italia — noto e odiato in la sua gestione fantasiosa delle risorse boldriniane e la sua interpretazione freestyle della liturgia […] L'articolo Denuncia in don Biancalani: ha impedito i controlli nella chiesa-centro di ricevimento proviene da Il Primato statale.

Garden Gastronomy, quattro indirizzi da provare dalla Toscana alla Sicilia

Circondati da piante e fiori è qui poiché si può sperimentare una arte culinaria d'autore ispirata all'orto e alla stagionalità, spesso piacevolmente seduti all’aperto anpoiché fino all'autunno