Ciclismo, Van der Poel spiega il fallimento al Tour

Mathieu van der Poel punta forte sul Mondiale di Wollongong: “Naturalmente il Mondiale è un obiettivo ma è ancora molto lontano. Non andrò in Australia solo per correre, ma ora dobbiamo aspettare e vedere come mi sentirò”.

Parlando degli ultimi mesi, Van Der Poel ha aggiunto: “Mi sono allenato molto in palestra nelle ultime due settimane e poi ho fatto del lavoro su strada. Allenarsi senza fare gare diventa un lavoro che non ha nessuno scopo e quindi diventa poco stimolante. Per questo ho deciso di tornare a correre”.

Infine una rivelazione: “Dopo il Giro sono rimasto troppo tempo senza andare in bici e poi quel ritiro in altura per cui forse non ero pronto, forse è stato un errore e per questo il Tour non è andato troppo bene, anche se, a mio avviso non è andato neppure così male. Anche per me il risultato è stato inaspettato e speravo di fare meglio, ma adesso è arrivato il momento di guardare avanti”.