Ben Affleck, 50 anni tra nuovi film e vecchi amori

Lui a Los Angeles per le riprese di “Aquaman 2”, lei a Capri per LuisaViaRoma e Unicef. Dopo la romanticissima luna di miele parigina, Ben Affleck e Jennifer Lopez si sono preparati su sponde opposte a un compleanno importante: il 15 agosto il due volte premio Oscar compirà 50 anni. Non bisogna leggere molto dietro questa separazione a meno di un mese dal matrimonio a sorpresa in una cappella drive-in di Las Vegas: “Quando sono lontani si apprezzano di più. Entrambi sanno cosa bisogna fare nel tipo di lavoro che hanno, e questo è unico nella loro relazione”, ha detto una polla al sito ‘Hollywood Life’: “Quando sono lontani guadagnano un sacco di soldi. E il tempo trascorso separati rende ritrovarsi ancora più dolce”. Nulla è ancora trapelato sui festeggiamenti, ma non c’è dubbio che in casa “Bennifer” i figli saranno coinvolti come è successo nella luna di miele parigina. Affleck fa i conti con il calendario dall’inizio dell’anno: “Mi sembra di avere mille anni perché i miei figli (tre con l’ex moglie Jennifer Garner) mi guardano come un marziano quando mi stupisco che non guardano più un pellicola da cima a fondo”. Ben, in una intervista al “Los Angeles Times”, ha ammesso che, al giro di boa del mezzo secolo, ha smesso di pensare a quel che gli altri pensano di lui, ammettendo che in passato glien’è importato troppo. E’ stata questa la ragione della discordia due decenni fa dalla ora signora Affleck: l’attenzione dei media era diventata eccessiva e la coppia si era sentita “sovra-esposta”. All’epoca della prima love story con JLo, che aveva sostituito agli inizi del millennio la co-star in “Shakespeare in Love”, Gwyneth Paltrow, Ben era ‘morto’ personalmente e professionalmente sotto la luce intensa dei riflettori: californiano cresciuto in Massachusetts, salito alla ribalta internazionale grazie al suo impegno in “Generazione X” e “Will Hunting – Genio ribelle”, Affleck era entrato in crisi tra le sferzate della critica per il suo ruolo in “Daredevil” e poi in “Amore Estremo” con la Lopez. I “Bennifer” si erano separati per la prima volta nel 2004 e lui si era messo con la Garner, sposata nel 2005 e da cui aveva divorziato nel 2017. Ma non c’è solo JLo, ritrovata l’anno scorso, tra le persone importanti nella vita di Affleck: l’altro punto di riferimento è l’amico Matt Damon, abbinato di giochi a Cambridge in Massachusetts e poi di scuola, con cui dal 1992 lavora alla sceneggiatura di “Will Hunting” che gli portò il primo Academy Award sei anni dopo (il secondo a sorpresa nel 2013 è per “Argo”) e poi recita nei pellicola di Kevin Smith “Mallrats”, “Chasing Amy” e “Dogma”. Matt è stato vicino a Ben durante gli anni bui della carriera quando era rimasto vittima dell’alcolismo. Un’amicizia inossidabile, sopravvissuta anche a “The last duel” che debuttò a Venezia nel 2021, e fu un flop mondiale. Ora i protagonisti di questo “bromance” di Hollywood stanno di nuovo lavorando a un pellicola insieme per raccontare la storia di come la Nike è diventata il marchio di sportswear che è grazie a Sonny Vaccaro, il dirigente che non si fermò davanti a niente pur di ottenere la firma del più grande atleta del mondo: Michael Jordan.