Pedalando su piste e autostrade dalle Fiandre al Mare del Nord

L’itinerario della Cintura Verde (126 km) è l’ideale per chi ha un debole per castelli e panorami che sembrano usciti da opere di Bruegel, mentre i fan del ciclismo sportivo troveranno pane per i loro denti nel lungo itinerario delle Colline (459 km), dal leggendario Geraardsbergen ai pendii nei dintorni di Kortrijk.

La ciclabile del Baltico, in Danimarca, si snoda per ben 820 km tra paesaggi mozzafiato, castelli e borghi pittoreschi che sprigionano hygge da ogni angolo (Daniel Villadsen/Visit Denmark)

La Danimarca della maestosa ciclabile del Baltico

Il fiore all’occhiello del Regno scandinavo è la celebre ciclabile del Baltico, la N8, che si snoda per ben 820 km tra paesaggi mozzafiato, castelli e borghi pittoreschi ma che ai bikers offre anche servizi e strutture ricettive. Questo percorso attraversa cittadine colorate e villaggi di pescatori che sprigionano hygge da ogni angolo: dai borghi medievali come Stege, con il suo mercato locale, alle località portuali di Faaborg e Svendborg, punto di partenza per una gita all’arcipelago della Fionia, fino ad arrivare a Christiansfeld, famosa per la sua comunità morava e per questo patrimonio mondiale Unesco.

Vejle, in Danimarca, con sullo sfondo Bølgen, le cinque “onde” piastrellate del famoso complesso residenziale disegnato dallo studio Henning Larsen Architects, lo stesso del Teatro dell’Opera di Copenaghen (Kenneth Stjernegaard/Visit Vejle)

Da non perdere il museo di Trapholt a Kolding, dove si può ammirare il famoso prototipo di casa modulare dell’architetto danese Arne Jacobsen, ma anche il meraviglioso castello di Egeskov con il suo parco. La N8 è immersa nella natura: tra le perle più belle spiccano le bianche scogliere di Møn, che emergono da limpide acque turchesi, e la piccola isoletta di Æro, una delle prime tappe dell’itinerario, famosa per i suoi panorami incredibili e l’atmosfera rilassata.

La ciclabile del Mare del Nord (560 km) attraversa una riserva naturale dove si trovano foche e alcune delle migliori ostriche del Paese, nonché la riserva ornitologica di Tipperne (Michael Fiukowski & Sarah Moritz/VisitDenmark)

La Danimarca offre anche la splendida pista ciclabile del Mare del Nord (560 km), che attraversa una riserva naturale dove si trovano foche e alcune delle migliori ostriche del Paese, nonché la riserva ornitologica di Tipperne. Per chi ama i fiordi c’è invece il percorso del Limfjorden (610 km), itinerario nelle antiche terre dei Vichinghi tra isole, baie e stretti porticcioli, uniti alla terraferma da ponti e piccoli traghetti. Ciliegina sulla torta: l’anno prossimo il “Grand Départ” del Tour de France andrà in scena proprio in Danimarca, a Copenaghen.

La speciale pista ciclabile ideata dal designer olandese Daan Roosegaarde: di giorno assorbe la luce del sole e di notte la libera illuminando il manto stradale come nel turbinio di luci della celebre “Notte Stellata” di Vincent Van Gogh (VisitBrabant)

Olanda: pedalare in un quadro di Van Gogh

Innumerevoli le chicche lungo i 37mila chilometri di piste del Paese simbolo delle due ruote. Ne scegliamo tre. Un piccolo tratto dell’imponente ciclabile di Van Gogh (355 km) di notte si accende per proiettarci in un quadro di Vincent: è opera del designer Daan Roosegaarde e collega due mulini di Nuenen, vicino a Eindhoven, luogo dove il maestro del post impressionismo visse per un paio d’anni dando alla luce il primo dei suoi capolavori, “I mangiatori di patate”.