Orticolario fa il pieno di viaggi virtuali e visite nel parco, tra arte e show floreali

In attesa dell’edizione fisica sul lago di Como, rimandata al 2022, Orticolario – l’evento culturale tra design, arte, giardini tematici, piante rare e da collezione – continua a promuovere bellezza e ispirazioni diventando “diffuso”.
Di fronte alla decisione di non organizzare l’edizione a Villa Erba, già lo scorso anno la manifestazione aveva lanciato la versione virtuale e immersiva The Origin, quest’anno invece sceglie di effondersi senza limiti di tempo e di spazio sul territorio, proponendo eventi e iniziative che accompagnano verso l’autunno, e proseguono fino alla fine dell’anno.

Dalla foresta all’atelier d’arte

A inaugurare questo nuovo modo di proporsi, l’evento “Mal d’Intelvi” sabato 19 giugno, una passeggiata in Val d’Intelvi nell’incantevole Foresta del Maggiociondolo in fiore, unica in Europa, in compagnia del paesaggista Vittorio Peretto. Segue, il 27 giugno, “Lanterne”, laboratorio di ceramica per bambini e ragazzi per realizzare un’esclusiva lanterna di terracotta, organizzato con Como Raku, atelier d’arte. E ancora, il 3 luglio è la volta di “Sulle tue tracce”, laboratorio di scrittura in cammino, alla scoperta di sé nella natura. Scrivere, camminare, sostare tra gli alberi del Bosco Bioenergetico di “Tenuta de l’Annunziata”, dove l’ecodesigner e bioricercatore Marco Nieri ha individuato differenti aree bioenergetiche favorevoli all’organismo. L’incontro è condotto da Daniela Stasi, giornalista esperta in metodologie biografiche e autobiografiche (info e programma completo su orticolario.it).

Loading…

La natura come stile di vita

Orticolario, giunto alla dodicesima edizione, è l’evento culturale dedicato a chi vive la natura come stile di vita. Teatro della manifestazione è il parco botanico di Villa Erba a Cernobbio (Co), dimora ottocentesca affacciata sulle sponde del Lago di Como, residenza estiva del regista Luchino Visconti. Tratto distintivo dell’evento è la proposta di giardini tematici e installazioni artistiche ispirati al tema dell’anno. La manifestazione, che nel 2019 ha sfiorato la soglia dei 30mila visitatori, è arricchita da un’ampia offerta di piante rare, insolite e da collezione, artigianato artistico e design con più di 290 espositori selezionati, da un fitto calendario di incontri e da numerosi laboratori didattico-creativi per i bambini, oltre a performance, proiezioni di film nelle segrete della Villa Antica e show floreali. Al centro della rassegna, l’arte, capace di andare oltre e di abbattere i confini tra interno ed esterno.

Durante i giorni di evento e per tutto il resto dell’anno vengono raccolti contributi per il Fondo Amici di Orticolario, che sostiene progetti per la promozione della cultura del paesaggio e per associazioni benefiche del territorio. Quest’anno l’evento è stato selezionato dall’Osservatorio Permanente del Design Adi nell’Adi Design Index, preselezione annuale del Premio Compasso d’Oro.

La nuova formula: virtuale e continuativa

Orticolario è stato inserito nella categoria “Exhibition design”, con l’edizione 2019 “Fantasmagoria”, dedicata alle bacche e ai piccoli frutti e al tema del “viaggio”, e con l’innovativo progetto virtuale “The Origin”. Quest’ultimo, ideato nel 2020 a causa della pandemia, è una nuova forma, virtuale e continuativa, di linguaggi, ingegni e talenti, un’esperienza del paesaggio e per il paesaggio. Fruibile da ogni parte del mondo da computer e da qualsiasi dispositivo, compresi i visori VR (realtà virtuale).