DigitalBits, quotazione in caduta libera e ritardi nei pagamenti all’Inter

Ascolta la versione audio dell'articolo

2' di lettura

Domani, 29 luglio, DigitalBits, la criptovaluta sviluppata da Zytara Labs, nello sfarzoso scenario di Montecarlo organizza e sponsorizza un Summit sulle prospettive delle monete digitali. Anfitrione del prestigioso forum – a cui presenzierà anche il Principe Alberto di Monaco – è Al Burgio, fondatore della blockchain, che insieme ad altri qualificati speakers, cercherà di ragionare sulle rotte future delle criptovalute, dopo un 2021 all’insegna della crescita portentosa e un 2022 in caduta libera.

Spettatori molto interessati dell’evento saranno anche diverse società sportive, come l’Inter e la Roma, che hanno siglato con DigitalBits importanti accordi di sponsorizzazioni. A quanto risulta al Sole 24 Ore, infatti, da alcuni mesi il crypto-sponsor sarebbe in grave ritardo nel rispettare gli obblighi assunti. DigitalBits non avrebbe ancora corrisposto al club nerazzurro alcuni pagamenti, in particolare da quando è passato dall’essere sponsor di manica a main sponsor. Un indizio delle forti tensioni in viaggio è la cancellazione dal sito dell’Inter di ogni nesso alla criptovaluta. Che sabato potrebbe anche sparire dai led a bordocampo nell’amichevole contro il Lione a Cesena.

Loading…