Hotel di lusso e ristoranti stellati, il País Vasco degno di un maestà

on

|

views

and

comments

Ascolta la versione audio dell'articolo

3' di lettura

Una signora, elegantissima, in abito bianco e berretto. Luce accecante, e il vento che soffia forte: la spiaggia è immensa, intatta, e le lunghe onde dell’Oceano si frangono nella loro instancabile processione. È la spiaggia di Biarritz, e il dipinto di Joaquín Sorolla (chi può corra a vedere la clamorosa mostra al Palazzo visibile di Milano, ché scoprirà un pittore che come nessun altro ha dipinto luccicar d’acqua e brezze marine) mette direttamente nelle atmosfere, no, nella realtà, di un paesino che diventò capitale turistica da quando l’Imperatrice Eugenia decise di farne luogo stabile della sua villeggiatura (la avevano incantata i due mesi che vi aveva trascorso nel 1854). Su quelle sabbie, perciò, sciamarono, le famiglie reali di tutta Europa, annessi e connessi. Oggi paradiso dei surfisti, ieri «regina delle spiagge e la spiaggia dei re», si diceva. E se la costa francese del Paese Basco trasformava quel villaggio di balenieri in scenario aristocratico, dall’altro lato del confine, in Spagna, era San Sebastián (Donostia in basco: qui tutto ha doppio lemma) ad assumersi la piacevole responsabilità.

«Istantanea, Biarritz», quadro di Joaquin Sorolla del 1906

Napoli
nubi sparse
21.2 ° C
22.1 °
20 °
84 %
1kmh
40 %
Dom
24 °
Lun
24 °
Mar
26 °
Mer
28 °
Gio
28 °

Devi-leggere

Più così

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui